Buono a sapersi




Decreto del fare: Finanziamenti e sviluppo nel Decreto Legge 69/2013

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, entra il vigore il decreto-legge n. 69 del 21 giugno 2013, il cosiddetto decreto del Fare, con cui il Governo punta a rilanciare la crescita economica. Tra le misure, un bonus per le imprese che acquistano macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo e un fondo da oltre 2 miliardi di euro per la realizzazione di interventi infrastrutturali in tutto il territorio nazionale.




Attività di conduzione degli impianti centralizzati, manutenzione e revisione periodica
L’Agenzia dell’Entrate conferma l’aliquota al 10%

L’aliquota IVA da applicare ai corrispettivi connessi all’attività di conduzione degli impianti centralizzati di riscaldamento è quella agevolata del 10%. E’ quanto emerge da una analisi della normativa di riferimento e della correlata prassi.

La ratio alla base di tale trattamento fiscale deriva dalla qualificazione dell’attività di conduzione quale manutenzione ordinaria ed, in particolare quale attività di controllo obbligatoria per gli impianti elevatori e per quelli di riscaldamento, consistente in verifiche periodiche e nel ripristino della funzionalità, compresa la sostituzione delle parti di ricambio in caso di usura, a fronte delle quali vengono corrisposti canoni annui (cfr. circolare n. 71 del 7 aprile 2000). 

Stesso discorso dicasi per la revisione periodica obbligatoria degli impianti di riscaldamento, condominiali o ad uso esclusivo, installati in fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata.


Elenco delle norme UNI impianti di riscaldamento e climatizzazionerelative alle civili abitazioni



In arrivo norme sugli impianti di condizionamento

 Sono in arrivo importanti modifiche nella legislazione nazionale relativa al controllo e manutenzione degli impianti di climatizzazione e alla certificazione delle prestazioni energetiche degli edifici. Questo perchè l'Italia ha recepito solo parzialmente la normativa europea stabilita dalla direttiva 2010/31/UE e per questo motivo è stata oggetto di parere motivato da parte della Commissione, che la diffida a porre fine all'inadempimento contestato.

Posta un commento